Spietato come le strade di NYC

duro, sporco, disperato

sulla Deuce

cammina

un pappa vecchio stile su una Cadillac

del 69

che li conta tutti

prima di darne 20 alla sua puttana

che ha lo sguardo vuoto

e gli occhi secchi

come lo scroto dell’ultimo cliente.

Tutto gira intorno alla figa

ai soldi e alla coca,

strisce bianche sugli specchietti

nella tavola calda

dove lei sogna di tornare a casa

da una zia che non vede da 20 anni

e che non sa nemmeno se sia viva o morta.

Una ieri si è appesa sull’albero di Natale

del Rockefeller Center

come fosse la punta luminosa,

un’altra è morta soffocata il giorno del Ringraziamento

per una patata dolce andata di traverso

in una squallida camera a ore.

I leoni nello Zoo del Bronx

non ruggiscono più

come questi tizi dei Project

che mi guardano con sospetto quando

mi addormento sul treno

e invece di scendere a Belmont

finisco a Morrisiana

nemmeno io so come.

Cercavo gli Abbracci

su Arthur Avenue

e mi sono ritrovato davanti alla TV

a guardare James Franco

quindi ora che mi è venuta fame

mi faccio il the

e inzuppo i miei biscotti.

Red Hook

Brooklyn

NYC

17 pm

-6 la fuori.

Al momento l'inserimento di commenti non è consentito.